domenica 25 marzo 2012

SFORMATINO AL RADICCHIO ROSSO SU CREMA DI ASIAGO


 
Abbiamo sempre seguito da semplici osservatrici le sfide proposte dal MTChallenge del blog Menù Turistico. Le ricette dei partecipanti erano sempre così originali e perfette che temevamo una brutta figura e non abbiamo mai osato partecipare. Ma, appena abbiamo visto che per il mese di marzo la ricetta scelta erano le crèpes, abbiamo subito pensato: "questa volta ce la possiamo fare, proviamoci!" Abbiamo seguito tutte le indicazioni di Giuseppina per la preparazione... ed eccoci qui. La sua ricetta base è veramente molto semplice, ben spiegata e perfetta per ottenere delle crèpes sottili. Il "trucco" di utilizzare dell'acqua nell'impasto e di cuocerle con il burro chiarificato sono due accorgimenti che da ora in poi utilizzeremo sempre nelle nostre preparazioni!
Il ripieno che abbiamo scelto è il radicchio rosso di treviso, accompagnato da una crema di asiago, prodotti tipici della nostra zona, che ben si sposano con la delicatezza delle crèpes.

 Sformatino al radicchio rosso su crema di asiago

Per le crèpes (se ne ottengono circa 10/12)
150 gr di farina 00
350 ml di latte
50 ml d'acqua
2 uova medie
1/2 cucchiaino da caffé di sale
30 gr di burro chiarificato per cuocere
Per il ripieno e finitura
600 gr di radicchio rosso
60 gr di gherigli di noci
1 scalogno
20 gr di pangrattato
200 gr di asiago dolce
25 ml di panna liquida
burro q.b.
olio q.b.
sale q.b.

Per la preparazione delle crèpes abbiamo seguito alla lettera la ricetta di Giuseppina. Sbattete le uova in una terrina con la frusta, aggiungete la farina setacciata e il latte mischiato all'acqua. Mescolate bene fino ad avere una pastella piuttosto liquida e liscia. Aggiungete il sale, e lasciate riposare almeno un'ora.
Fate sciogliere 30 gr di burro chiarificato in un pentolino, scaldate bene la padella per le crépes, spennellatela con il burro usando un pennello e versate la quantità di pastella necessaria per una crépe (dipenderà dal diamtro della vostra padella). A questo punto fate "ruotare" la padella per spargere uniformente la pasta, fate cuocere fino a che sarà ben dorata, quindi giratela e finite la cottura dall'altra parte. Preparate tutte le crèpes e fatele intiepidire.
Per il ripieno: Affettate lo scalogno e fatelo dorare in padella con due cucchiai di olio. Lavate con cura il radicchio, tenetene da parte 5-6 foglie per la finitura, e affettate il rimanente in modo grossolano. Aggiungete il radicchio allo scalogno, salate e fatelo appassire per circa 10 minuti a fuoco lento. Dovrà essere completamente asciutto. Tritate i gherigli di noce con un coltello, cercando di lasciare qualche pezzetto più grosso. Mescolate il radicchio con i gherigli di noce e il pangrattato. Il composto dovrà risultare compatto. Imburrate degli stampini da budino. Rivestite ogni stampino con una crèpe. Riempite con 2 cucchiaiate abbondanti di ripieno, senza però arrivare fino al bordo dello stampino. Richiudete i lembi della crèpe in modo da coprire interamente il ripieno. Coprite gli stampi con alluminio e metteteli in forno a 180° per 15 minuti.
Friggete in abbondante olio caldo le foglie di radicchio tenute da parte e asciugatele su carta assorbente.

Tagliate l'asiago a piccoli pezzi, aggiungete la panna liquida e fate fondere a bagnomaria. Dovrete ottenere una crema abbastanza densa, se ciò non succcede potete aggiungere 1 cucchiaino di fecola di patate.
Assemblate il piatto in questo modo: versate un po' di crema di asiago calda sul fondo, capovolgete lo sformatino di crèpe, togliete lo stampo, e guarnite con il radicchio fritto.
Consigli: se volete rendere ancora più saporito il ripieno dello sformatino, potete aggiungere dello speck tagliato a julienne: si abbina perfettamente al sapore, e al colore, del radicchio.

 

                      Con questa ricetta partecipiamo a MTChallenge di Marzo 2012

10 commenti:

  1. A dir poco squisitoooooo!!e ottimamente presentato!!!complimenti davvero ragazze!!!

    RispondiElimina
  2. Brave ragazze!!!!!!!!!!! una splendida presentazione!!!!!!!!
    e che bello il ripieno che esplode!!!!!!!!!!Troppo buono!

    RispondiElimina
  3. Complimenti un'ottimo piatto e una splendida presentazione, in bocca al lupo per l' MTC!!!
    Baci

    RispondiElimina
  4. Wowwwwww che ricetta super sciccosa!!!!! Bellissima e con una presentazione davvero perfetta!

    RispondiElimina
  5. Ragazze complimenti che splendido inizio di mtc!! Ricetta buonissima e bellissima presentazione!

    RispondiElimina
  6. Posso? Avete fatto benissimo, a buttarvi. Intanto perchè ci avete lasciato una ricetta che ci piace: prodotti di territorio, rispettati nelle cotture e negli abbinamenti, con una presentazione scenografica e ben descritta. E poi perchè avete lo spirito giusto per essere dei nostri: partecipare significa crescere, imparare, confrontarsi con gli altri, dando dei contributi che, come in questo caso, non sfigurano affatto nell'elenco dei partecipanti!
    Grazie ancora e, ovviamente, vi aspettiamo anche per le prossime sfide!
    ale

    RispondiElimina
  7. Mi piace tantissimo la vostra proposta. Questo involucro di crepe che nasconde un ripieno così goloso e pieno di sapore. Bevenute trai nostri! Un grande abbraccio, Pat

    RispondiElimina
  8. bellissima presentazione! :) Molto originale l'uso delle crepe! Notte cara...a presto!

    RispondiElimina
  9. è una ricetta stupenda! fa venire davvero molta fame! complimenti anche per la presentazione!
    Bacioniii

    RispondiElimina
  10. Bel piatto: originale, fine negli abbinamenti. Mi sa che lo rifaccio. Brave davvero :)))

    RispondiElimina

Grazie per aver visitato il nostro blog! Lasciate un commento, un suggerimento... saremo felici di conoscere le vostre impressioni!
Elisa e Laura