martedì 25 settembre 2012

TORTA PASQUALINA CON ZUCCHINE E RISO





Anche questo mese l'MTC ci propone una sfida a dir poco impegnativa: La torta pasqualina.
La ricetta è di una ligure doc, Vittoria, del blog "La cucina Piccolina" che ci ha insegnato le regole per la realizzazione di una torta pasqualina perfetta.
Sinceramente dobbiamo ammettere che non conoscevamo la preparazione di questo tipo di sfoglia e sopratutto la tecnica della cannuccia per gonfiare l'ultimo strato.. è stata davvero un'avventura!!
Per l'ennesima volta, quindi, l'MTC ci fa scoprire delle ricette interessanti, ma sopratutto ci dà la possibilità di imparare delle nuove preparazioni utilissime per la realizzazione di mille piatti!!
Nel caso della nostra pasqualina, il classico ripieno di bietoline e formaggio genovese, è sostituito da riso e zucchine, due ingredienti che ci piace spesso abbinare!

Torta pasqualina con zucchine e riso
 
Per la pasta:
300 gr di farina manitoba
30 gr di olio
75 gr di vino bianco
75 gr di acqua
sale q.b.
Per il ripieno:
5 zucchine medie
1 scalogno
qualche foglia di maggiorana
180 gr di riso (carnaroli)
2 funghi porcini
1 spicchio d'aglio
50 gr di parmigiano grattuggiato
20 gr di burro
sale q.b.
olio q.b.


Impastate la farina con il sale, l'olio e i liquidi (il vino bianco e l'acqua) fino ad ottenere un impasto morbido ma non appiccicoso. Dividete l'impasto in 5 palline e fate riposare coperte per due ore.
Per il ripieno: mondate le zucchine e tagliatele a rondelle dello spessore di 2-3 cm. Pulite intanto anche  lo scalogno e tagliatelo molto sottilmente, mettetelo in una padella con qualche cucchiaio di olio e aggiungetevi anche le zucchine. Salate e fate cuocere per 15 minuti a fuoco medio. Aggiungete quindi qualche foglia di maggiorana. Pulite anche i porcini, affettateli e cuoceteli con dell'olio, uno spicchio d'aglio e una presa di sale.
Nel frattempo lessate il riso in acqua leggermente salata tenendolo al dente. Quando sarà cotto riversatelo nella pentola calda e fuori dal fuoco aggiungetevi i funghi porcini e metà delle zucchine che avete precedentemente preparato. Mescolate il tutto e mantecate con il burro e il parmigiano. Lasciate raffredare il composto.
Procedete quindi con la preparazione della torta: stendete ogni pallina in una sfoglia sottile  tirandola prima con il mattarello e poi con i pugni chiusi, facendola roteare; la sfoglia deve essere molto sottile ma non deve avere buchi. Ungete con dell'olio una teglia rotonda e foderatela con una prima sfoglia. Ungete ora con un pennello la pasta di olio e stendete sopra una seconda sfoglia di pasta. Fate nuovamnate questa operazione e disponete una terza sfoglia di pasta. Versatevi ora all'interno metà del composto con il riso, spargete con metà delle zucchine rimaste completate con il resto del riso e poi con le restanti zucchine. Coprite ora il ripieno con una sfoglia e ungetela bene con dell'olio. Appoggiate ora l'ultima sfoglia lasciando in un bordo un buchino per inserirvi una cannuccia in modo da poter soffiare dentro dell'aria e far gonfiare l'ultimo strato di pasta. A questo punto sigillate bene l'apertura e arrotolate il bordo in modo da formare un cordoncino.
Infornate la torta a 180° per 40-50 minuti. Appena tolta dal forno ungetela di olio così che la pasta si ammorbidisca.
Consigli: per dare un tocco più deciso al ripieno aggiungete al riso del pecorino grattuggiato oppure dei pezzetti di caciocavallo.
 



                                 Con questa ricetta partecipiamo all'MTChallenge di settembre 2012.


10 commenti:

  1. E' inutile, non riuscirò mai a cimentarmi nella torta Pasqualina.. nè credo che mai riuscirò ad ottenere questi risultati! Ottima con zucchine e riso! :D Buona fortuna per l'MTChallenge! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  2. La pasqualina è una delle ricette che preferisco e grazie all' MTC è una pioggi di meraviglie come la vostra!!!
    Sono passata perchè ho cercato di replicare le tagliatelle di patate del Nerina vi ricordate?
    Buona giornata

    RispondiElimina
  3. Originale:-) complimenti, deve essere molto buona! un abbraccio CInzia

    RispondiElimina
  4. ripieno davvero strepitoso, anche il riso.... brave brave!!!

    RispondiElimina
  5. Ciao, siete proprio brave, ve lo dice una genovese! Mi chiamo Marisa e da poco, ho aperto anch'io un blog del ristorante che ho con i miei fratelli. Anche noi facciamo la Pasqualina, ma solo nei giorni di Pasqua e con solo una sfoglia. Pensate che anticamente qualche famiglia arrivava a coprire la torta con 33 veli di pasta (gli anni di Cristo) .. Che avventura!! È molto buona anche con i carciofi quando ci saranno.
    Se volete venite a trovarmi: www.ristorantebarsport.blogspot.com

    RispondiElimina
  6. Brave! per il risultato, ovviamente, ma anche per il percorso che vi ci ha portato: le sfoglie sono perfette e il ripieno è nella tradizione della torta povera, con la manciata di riso che "riempie" e che qui a Genova è sempre stato il trucco delle massaie più parsimoniose e più astute. E' molto difficile, questa sfida, proprio perchè oltre alla tecnica vi abbiamo chiesto di interpretare anche lo spirito: e cimentarsi con la cucina dell'essenziale è parecchio impegnativo. Voi siete state bravissime, centrando oltretutto anche il territorio, visto che, come vi dicevo, i due ingredienti che avete scelto sono frequentissimi sulle nostre tavole, di oggi come di allora.
    Grazie davvero
    ale

    RispondiElimina
  7. E arrivo pure io!
    sfida raccolta e affrontata benissimo.
    Il riso è spesso presente nelle nostre torte anche per asciugare un po' l'umidità delle verdure ......e le zucchine ne hanno bisogno!!!!
    ..e poi ci sono anche i porcini, anche se li avete tenuti nascosti, a profumare ancora di più!
    ..e la sfoglia per voi nuova, mi sembra perfetta!
    Grazie :-)

    RispondiElimina
  8. ecco un altro favoloso modo di utilizzare le zucchine!!!!!complimenti...un bacione...

    RispondiElimina
  9. ricetta davvero interessante...:)

    RispondiElimina

Grazie per aver visitato il nostro blog! Lasciate un commento, un suggerimento... saremo felici di conoscere le vostre impressioni!
Elisa e Laura