giovedì 16 gennaio 2014

RISOTTO ALLE MELE E TOMA


Questo inverno sembra davvero essere anomalo, le giornate non sono fredde come dovrebbero, e la pioggia si alterna alla nebbia rendendo le giornate, qui nella pianura veneta, grigie e lunghissime.
Sembra quasi che un velo di tristezza si appoggi sulle case, i campi, rendendo tutto lento e incolore, e questo, anche se inconsciamente, influenza il nostro stato d'animo.
Speriamo dunque che il cielo torni ad essere limpido, magari dovremmo combattere con temperature più basse, ma ovviamente niente ti appaga di più di una giornata di sole!!
Questo risotto è proprio il frutto di una giornata grigia, in cui abbiamo sperimentato, cercando un modo per tirarci sù di morale, un piatto che ci incuriosiva da tempo: il risotto con le mele.
Si parte nel più classico dei modi, bagnando il riso con del prosecco e a metà cottura si aggiungono le mele a pezzetti. Abbiamo utilizzato le renette perchè sono le più adatte ad essere cotte e ci piaceva l'idea che alcuni pezzi rimanessero interi, mentri altri creassero una crema.
Infine, per dare più vigore al piatto, abbiamo mantecato con della toma, perfetta per dare cremosità al risotto. Ci è piacuto il connubio dei due sapori che si fondono semza coprirsi a vicenda, creando un risotto dolce e deciso allo stesso tempo.



Risotto alle mele e toma

400 gr di riso carnaroli
2 mele renette
1 bicchiere di Prosecco di Valdobbiadene
2 scalogni
1 l e 1/2 di brodo vegetale
100 gr di toma piemontese
sale e pepe q.b.
olio extravergine d'oliva q.b.




 
Pulite gli scalogni e tritateli molto finemente; trasferiteli in una casseruola con qualche cucchiaio di olio e fateli appassire per alcuni minuti a fuoco molto lento.
Quindi aggiungetevi il riso e fatelo tostare. Sfumate con il vino e lasciate evaporare continuando a mescolare. Quando il vino sarà asciugato continuate a bagnare con il brodo. Procedete con la cottura continuando a bagnare e a mescolare.
Quando il riso sarà a metà cottura, aggiungete le mele che avrete precedentemente sbucciato e tagliato a pezzetti. Continutate a cuocere aggiungendo brodo se necessario.
Tagliate la toma a fettine sottili. Togliete il riso dal fuoco e mantecate con il formaggio, mescolando finchè si sarà sciolto completamente. Servite caldo!
Consigli: al posto della toma, potete mantecare il riso con dell'asiago stagionato, oppure della fontina.

 

8 commenti:

  1. Una splendida ricetta davvero!
    Baci :)

    RispondiElimina
  2. Feci tantissimo tempo fa un risotto conmele e un formaggio a legare il tutto.. e mi piacque.. Quindi chissà quest versione con la toma!!! smackkk

    RispondiElimina
  3. Questo risotto ha un aspetto meraviglioso! Assolutamente da provare :)
    Mi sono iscritta ai lettori fissi per potervi seguire meglio, vi aspetto anche da me :)
    Un abbraccio :)

    RispondiElimina
  4. Mai provato ma mi fido,proverò volentieri!Ciao ;)

    RispondiElimina
  5. Ho avuto la fortuna di assaggiare un toma direttamente in loco di produzione e me ne sono letteralmente innamorata, per cui ogni volta che mi trovo davanti ricette con questo ingrediente ne rimango letteralmente attratta. Mi piace questo connubio con le renette. Direi che forse forse è un bel risotto .... stellato! Complimenti!

    RispondiElimina
  6. Adoro la frutta nei salati, ottimo !!!

    RispondiElimina
  7. Ecco, trovassi la toma questo lo porverei subito... magari anche con le pere. Ma qui, mai vista. .((

    RispondiElimina
  8. Anche questa ricetta mi piace molto (a dire il vero la preparo spesso, però non avevo mai provato con un vino frizzante!!!!)
    Buona giornata

    RispondiElimina

Grazie per aver visitato il nostro blog! Lasciate un commento, un suggerimento... saremo felici di conoscere le vostre impressioni!
Elisa e Laura