giovedì 18 aprile 2013

FOCACCIA GENOVESE TRICOLORE



 
La focaccia classica è quella alla genevose; una sorta di pane molto morbido alto circa 2 centimetri che si distingue perché, prima dell'ultima lievitazione viene spennellata con un'emulsione composta da olio, acqua e sale grosso. I genovesi la consumano anche per colazione, oppure viene spesso gustata nella mattinata o come aperitivo o antipasto.
Cercando tra vari libri e siti alla ricerca della ricetta originale della focaccia di genova abbiamo scoperto anche qualche cenno riguardo alla sua nascita. Lo sapevate infatti che in dialetto viene chiamata "fugassa" che in genovese significa cotta al focolare? Inoltre abbiamo letto che un tempo veniva mangiata in chiesa, con un bicchiere di vino, durante i matrimoni al momento della benedizione.
Infine un ultimo consiglio: va mangiata "all'ingiù"!!! Perchè? In questo modo i cristalli di sale colpiscono subito le papille gustative della lingua e la focaccia risulta ancora più buona! Provate per credere!!!!
Ecco la nostra versione farcita con del pesto rigorosamente alla genevose e altri prodotti doc italiani come la meravigliosa mozzarella di bufala e i pomodori.
 


Focaccia genovese tricolore

Per l'impasto:
500 gr di farina 00
200 ml di acqua tiepida
30 gr di lievito di birra fresco
2 cucchiai di olio
un pizzico di sale grosso

Per la farcia:
1 mozzarella di bufala
2 pomodori
3 cucchiai di pesto alla genovese

Per la finitura:
3 cucchiai di olio
acqua q.b.
sale grosso q.b.


Sciogliete il lievito di birra nell'acqua tiepida. Raccogliete la farina nella planetaria di un robot da cucina, formate una buca al centro e versatevi il sale grosso pestato, l'olio e l'acqua in cui avete sciolto il lievito. Impastate il tutto per 5-6 minuti e poi lavorate la pasta su una spianatoia tirandola a più riprese e sbattendola ogni tanto in modo da renderla meno elastica.

Quando è liscia formate una palla, mettetela nella planetaria, leggermente unta d'olio, incidetela con un taglio a croce, copritela e fate lievitare per circa 1 ora e mezza (deve raddoppiare di volume).

Riprendete la pasta, lavoratela ancora per qualche minuto e appiattitela leggermente.
 
Trasferitela in una teglia a bordi bassi unta d'olio e stendetela con le mani fino ad arrivare allo spessore di 1 centimetro. Cospargete con sale grosso pestato e spennellate con dell'olio emulsionato con qualche goccia d'acqua. Praticate sulla superficie tante fossette e fatela riposare per una mezz'ora. Infornate a 250° per 15-20 minuti.
 
 
Lasciate intiepidire e farcite: aprite le focaccie tagliate a triangolo, passatele brevemente sotto il grill del forno con la parte tagliata verso l'alto in modo da tostarle leggermente all'interno, e quindi farcitele con uno strato di pesto, delle fettine di mozzarella di bufala e di pomodoro.


 
Consigli: con questo quantitativo di farina potete realizzare o una grande focaccia rettangolare in una teglia di circa 30x40 cm oppure due teglie rotonde del diametro di circa 20 cm.


                           Con questa ricetta partecipiamo al contest dedicato alla focaccia
                                                 del blog "... la cultura del frumento".
 
                                    e al contest "Creazioni in cucina di Aprile: Lievitare"
                                                  di "L'ennesimo blog di cucina".



15 commenti:

  1. Mamma mia che gola questi spicchi di focaccia farciti :-P
    L'impasto è perfetto e l'aspetto veramente invitante..complimenti!
    A presto e buona serata :-*
    la zia Consu

    RispondiElimina
  2. Bella questa focaccia!! E che buona farcita così!! ciao!

    RispondiElimina
  3. Primo
    la vostra focaccia è favolosa
    Secondo
    Siete riuscite con la farcia a renderla ancora più GOLOSA!!!!!!!!!!!!
    ahahah Mamma mia ragazze
    Una bella fettona la mangerei anche adesso con una birra a farmi compagnia
    i bimbi dormono e sarebbe un modo ideale per rilassarmi
    Un bacione e Complimentiiiiiiiiiiiiiii

    RispondiElimina
  4. Ciao, bella soffice e ben condita, non avevo mai pensato di mangiarla al contrario, ma sicuramente è una bellissima idea, proverò la prossima volta, un bacio e buona serata

    RispondiElimina
  5. Ti mando un piccolo regalo!!
    ciao
    Marika
    http://pentolandia.wordpress.com/sunshine-award/

    RispondiElimina
  6. La focaccia genovese...ho sempre cercato di farla uguale all' original.....la vostra e' supergolosa cosi farcita, che bonta'!

    RispondiElimina
  7. Adoro i lievitati.. e questa focaccia genovese è favolosa!!!!!!
    E poi così farcita la mangerei anche io molto volentieri!!!!!
    Bacioni

    RispondiElimina
  8. Quanto mi piacciono le focacce.. magari a mangiarne tutti i giorni.. bella questa.. baci cara :-) buon w.e.

    RispondiElimina
  9. Ciao! Che bello anche il vostro blog e le vostre ricettine!!!
    Vi seguo volentieri, a presto!!

    RispondiElimina
  10. che pesentazione e che bella introduzione!
    Dovete farla partecipare al Color & food di aprile!

    RispondiElimina
  11. Bellissime queste focaccine!!! Belle anche da vedere oltre che buone!
    Complimenti per il tuo blog e da oggi sono tra i tuoi lettori. Se ti va passa da me! A presto baci

    RispondiElimina
  12. sfiziosissime! si mangiano con gli occhi!

    RispondiElimina
  13. Mamma mia questa è una golosità divina!!!!

    RispondiElimina
  14. Ciao ho visto che anche tu sei una delle vincitrici del contest Molino Chiavazza. Complimenti. Questa ricetta dovrò farla perché son tornata da poco da Genova e la loro focaccia mi é rimasta nel cuore.
    A presto Silvia

    RispondiElimina

Grazie per aver visitato il nostro blog! Lasciate un commento, un suggerimento... saremo felici di conoscere le vostre impressioni!
Elisa e Laura