giovedì 21 marzo 2013

FIDEUA' PER L'MTC

 

 Esattamente un anno fa, iniziava la nostra avventura con le sfide dell'MT Challenge, (ve la ricondate la ricetta fantastica delle crepes??) e da allora non ci siamo perse una "puntata" di questa magnifica competizione. Ci siamo spesso scontrate con ricette nuove, mai provate e qualche volta abbiamo incontrato degli ostacoli nella loro preparazione, ma allo stesso tempo ci siamo sempre divertite moltissimo, e allo stesso tempo abbiamo anche imparato moltissimo!
Potete quindi  essere certe che continueremo a partecipare e a mettercela tutta per riuscire, una volta o l'altra a vincere!! (o almeno speriamo!).
La ricetta di questo mese è stata scelta ed abilmente raccontata da Mai del blog "Il colore della curcuma", si tratta della mitica Fideuà. Un piatto semplicemente meraviglioso, ricco di sapori, profumi e che per noi è legato ad una bellissima vacanza in Spagna.
Non conoscevamo le sue origini, abbiamo quindi seguito le istruzioni di Mai, abbiamo fatto il training autogeno e mentalmente siamo finite nella cambusa di un bel peschereccio. Abbiamo pensato a quali potessero essere gli ingredienti perfetti per la nostra fideuà, quelli che un vero capitano avrebbe scelto. Pesce in abbondanza, quindi calamari, seppioline, gamberi e cozze, un pizzico di verdura, abbiamo optato per i peperoni, e un sugo denso di pomodorini per esaltare l'insieme.
Infine per quanto riguarda la salsa, ci siamo ispirate alla picada, e abbiamo preparato un pesto a base di prezzemolo e mandorle, davvero ottimo con il pesce.
Il risultato è stato un piatto fantastico, bello esteticamente e buonissimo; senza dubbio una ricetta che rimarrà tra le nostre preferite e che ovviamente rifaremo presto, magari con nuove varianti!!

Fideuà

500 gr di fideus oppure spaghettini (tagliati a 2-3 cm)
400 gr di pomodorini datterino
300 gr di calamari
300 gr di seppoline
300 gr di gamberi
1 kg di cozze
1 pizzico di pistilli di zafferano
1/2 cucchiaino di paprica dolce
3 spicchi di aglio
1 peperone giallo
olio q.b.
sale q.b.

Brodo vegetale
1 carota
1 cipolla
1 gambo di sedano
mazzetto aromatico
3 lt di acqua
sale grosso q.b.

Salsa
60 gr di mandorle
1 mazzetto di prezzemolo
1 spicchio d'aglio
sale q.b.
olio q.b.
Preparate il brodo vegetale. Lavate e tagliate a grossi pezzi le verdure. Metteteli in una pentola alta con l'acqua, le erbe aromatiche e un pizzico di sale. Fate bollire per un ora circa, quindi filtratelo.
Per la preparazione della fideuà, abbiamo seguito la ricetta di Mai, con qualche piccola variazione.
Nella "paella" (o padella larga e bordi bassi), fate scaldare un filo d'olio, versate i fideus e fateli tostare il più omogeneamente possibile. Poi metteteli da parte.
Pulite il pesce e tagliate le seppie e i calamari in piccoli pezzetti.
Aggiungete olio nella padella, cuocete i gamberi, salate e mettete da parte, coprendoli per tenerli al caldo. Se serve aggiungete ancora olio, versate le seppioline e i calamari, salateli a fine cottura e metteteli da parte con i gamberi.
In un'altra padella abbastanza capiente versate due cucchiai di olio e 1 spicchio d'aglio, quindi fate dischiudere le cozze che avrete precedentemente lavato e "spazzolato" in modo da togliere l'eventuale "barbetta". Una volta aperte le cozze, toglietele dal fuoco, sgusciatene metà, che aggiungerete al pesce già cotto, e tenete il resto con metà guscio per la decorazione finale. Filtrate il loro sughetto e tenetelo al caldo.
Tagliate il peperone giallo a metà, lavatelo, quindi ricavate tante cubetti molto piccoli. Passateli in padella con un filo d'olio per 5 minuti e salate. Tenete da parte.
Lavate i pomodorini, tagliateli a metà e fateli scottare per 2-3 minuti in una padella senza condimento, solamente con un pizzico di sale. Passateli al passaverdura e tenete da parte la salsa di pomodoro ottenuta, sarà densa e dolce.
Nella paella dove avete cotto il pesce, versate un filo d'olio e fate rosolare due spicchi d'aglio. Aggiungete la passata di pomodoro e bagnate con il "sughetto" ricavato dalle cozze. Quando la salsa si sarà addensata aggiungete la paprica e lo zafferano sciolto in un pò di brodo.
A questo punto versate il brodo, appena sufficiente a coprire la pasta quando la andremo a buttare (bisogna regolarsi in base alle dimensioni della padella). Quando il brodo comincia a sobbollire, aggiungete la pasta (nel nostro caso gli spaghettini tagliatia a pezzetti), e disponetela in modo omogeneo su tutta la padella. Dopo 4 minuti aggiungete tutto il pesce che avete cotto e tenuto da parte (calamari, gamberi, seppioline, cozze) e amalgate tutto con un cucchiaio. Dopo altri due minuti aggiungete i cubetti di peperone, livellate la fideuà e spegnete il fuoco. Guarnite la superficie con le cozze e servite ben calda.
Preparate la salsa: in un mortaio oppure con il frullatore, pestate il prezzemolo tritato con lo spichio d'aglio e una manciata di sale. Aggiungete un filo d'olio e le mandorle, pestate fino ad ottenere una crema aggiungendo olio a filo fichè non avrete raggiunto la giusta consistenza.
Consigli: in base ai tipi di pesce che decidete di utilizzare in questo piatto, verificate i diversi tempi di cottura, e cuocete in modo individuale.

                                   Con questa ricetta partecipiamo all'MTC di Marzo 2013

16 commenti:

  1. un primo piatto senz'altro di grande classe! io adoro le cozze e in genere tutto quello che appartiene al mare! Ti auguro in bocca al lupo per la sfida! meriti di vincerla ;)

    RispondiElimina
  2. Meraviglioso, lo assaggerò al più presto!

    RispondiElimina
  3. mmmmh! Che delizia, da assaggiare!! :D Complimenti e un abbraccio grande ad entrambe!! :D

    RispondiElimina
  4. Davvero buono, vero?
    Il vostro super ricco di pesce, per me è stata una scoperta grandiosa, non ne conoscevo l'esistenza... complimenti per la presentazione, un sole in piena regola!

    RispondiElimina
  5. Un piatto di alta ristorazione...complimenti e buonwe

    RispondiElimina
  6. Non ho mai provato questo piatto, sembra ottimo... che fameeeee :)
    Un bacione grandissimooo :)

    RispondiElimina
  7. n ghiottissimo piatto unico.... e che profumino!

    RispondiElimina
  8. Un altro piatto davvero ghiottissimo e diverso, splendide interpretazione! Baci

    RispondiElimina
  9. Auguri, intanto- e una vagonata di "grazie" per la fedeltà all'MTC e lo spirito con cui avete sempre partecipato. Anche noi facciamo il tifo per voi e per chi, come voi, segue con assiduità ed impegno ogni sfida, mettendosi sempre in gioco: e siamo sicure che questa sia la strada per arrivare alla vittoria: con l'umiltà, la curiosità, la voglia di imparare che va sempre a braccetto con quella di divertirsi.
    Avete preparato una fideuà bellissima, uno dei vostri piatti più belli, se posso permettermi questo giudizio. Molto ricca, ma molto equilibrata, preparata con la sicurezza che deriva da una competenza sempre più profonda e da una tecnica sempre più sicura. In più, mette allegria, al solo vederla. complimenti davvero- e ancora grazie!

    RispondiElimina
  10. Care ragazze .... vero che la Fideuà è troppo buona??? per me è una elle ricette più belle e curiose dell'MTC, buon weekend Flavia

    RispondiElimina
  11. Ma che piatto gustoso avete preparato
    Immagino l'entusiasmo di partecipare e confrontarsi ogni volta con nuove e sempre più interessanti ricette....Una grande sfida che voi portate avanti sempre benissimo!!!!Complimenti!!!!!!!!!!!!
    Un grande abbraccio
    e vi confesso...Mi mancate!!!!!

    RispondiElimina
  12. con questa presentazione a mò di Paella, il vostro piatto è ancora più bello!

    RispondiElimina
  13. che bella vista dall'alto, gustosa e invitante, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  14. Bellissima e ricchissima!
    E come e vero che nell'ITC s'impara e come! Io non smetterò mai di dirlo, perché anche se adesso mi trovo "dall'atra parte" continuo ad imparare da tutti voi!

    Come da te, nel modo in come hai cercato e ti sei decantata per certi ingredienti più tosto che altri, e come mi piace sentire "picada"! veramente sono emozionata quando lego post come il tuo! E vedendo bene quelle cozze... mi sembrano anche tarantine!

    besos y muchas grazias!

    RispondiElimina

Grazie per aver visitato il nostro blog! Lasciate un commento, un suggerimento... saremo felici di conoscere le vostre impressioni!
Elisa e Laura