mercoledì 26 ottobre 2011

BAVETTE CON LE POLPETTE



Oggi ho deciso di preparare un piatto unico che per tanto tempo avevo visto in quei programmi di cucina dove parlano delle specialità del sud Italia. Ho sempre pensato che si trattasse di una ricetta molto gustosa e di sicuro effetto. E devo dirvi la verità quando stasera ho presentato il piatto a tavola tutti ne sono rimasti entusiasti .... peccato che il mio lavoro di un pomeriggio sia "scomparso" in 10 minuti.  



Bavette con le polpette

400 g di pasta
100 g di carne di manzo macinata
1 fetta di prosciutto cotto da 100g
3 cucchiai di parmigiano grattugiato
3 cucchiai di pangrattato
400 g di pelati
3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
5 cucchiai di olio d’oliva
1 spicchio d’aglio
1 mazzetto di prezzemolo tritato
1 uovo
5 foglie di basilico
sale q.b.
pepe q.b.

Tritate finemente il prosciutto cotto e mescolatelo con la carne tritata. Aggiungete l’uovo, il parmigiano, il prezzemolo, sale e pepe e amalgamate molto bene il tutto. Lavorate il composto finché non sarà ben omogeneo, quindi, ricavatene tante piccole polpettine. Passatele nel pangrattato e fatele friggere nell’olio d’oliva. Infine scolatele in un foglio di carta da cucina e lasciatele da parte.
Fate imbiondire l’aglio nell’olio extravergine d’oliva, unite i pelati fatti a pezzetti e fateli cuocere per circa 30 minuti assieme al basilico. Salate e pepate il sugo, togliete l’aglio,  aggiungete le polpettine e lasciate insaporire a fuoco spento. Lessate al dente gli spaghetti, scolateli e conditeli immediatamente con il sugo.
Consigli: Se volete potete sostituire le bavette con una pasta corta (tipo i rigatoni), spolverizzare con il parmigiano grattugiato e mettete a gratinare in forno caldo per 15 minuti.




2 commenti:

  1. Mmhh, sembra molto appetitosa nonostante non sia un amante della pasta lunga. Io le bavette le utilizzo per una variante "croccante" di una classica ricetta della cucina italiana...

    RispondiElimina
  2. Ciao Simone,
    grazie per la tua partecipazione al nostro blog!
    Adesso però siamo curiose di sapere com'è questa tua variante, dacci qualche informazione in più!
    ciao
    Laura Elisa

    RispondiElimina

Grazie per aver visitato il nostro blog! Lasciate un commento, un suggerimento... saremo felici di conoscere le vostre impressioni!
Elisa e Laura