domenica 1 dicembre 2013

GNOCCHI DI RICOTTA AL RADICCHIO DI TREVISO PER "AIUTO CHEF CERCASI"

 
Dalla collaborazione da un'azienda storica italiana, la Fratelli Carli, e uno chef blasonato, Davide Oldani, nasce il nuovo contest che di sicuro farà impazzire tutto il mondo dei food-blogger.
"Aiuto chef cercasi" si rivolge infatti a tutti i blogger che vogliono mettere alla prova le proprie capacità dimostrando di essere all'altezza del premio in palio, e cioè workshop individuale della durata di un giorno presso il ristorante D’O dello chef Davide Oldani.
Partecipare è molto semplice, registratevi al sito www.aiutochefcercasi.it, caricate una delle vostre migliori ricette, seguite le istruzioni e il gioco è fatto... non vale la pena tentare?

Per partecipare a questo contest, abbiamo deciso di prepare gli gnocchi di ricotta al radicchio di Treviso. Abbiamo così unito un primo che ci piace molto, gli gnocchi appunto, con una delle eccellenze del nostro amato Veneto, il radicchio tardivo di Treviso, caratteristico di questa stagione.
Il radicchio viene utilizzato in tre modi e cotture diverse, crudo all'interno degli gnocchi, stufato per la crema e scottato all'aceto per il condimento.
Un primo piatto che cerca di abbinare il sapore delicato della ricotta con quello deciso e un pò amaro del radicchio, originale anche dal punto di vista cromatico.
Se la ricetta vi piace, mi raccomando votateci su www.aiutochefcercasi.it !!!
 
Gnocchi di ricotta al radicchio di Treviso

300 gr di ricotta
20 gr di pamigiano gratuggiato
50 gr di burro
2 uova
100 gr di farina 00
1 scalogno
1 radicchio tardivo di Treviso (circa 500 gr)
100 ml di aceto di vino bianco
gherigli di noce q.b.
aceto balsamico q.b.
zucchero di canna q.b.
olio q.b.
sale q.b.



Lavate con cura il radicchio, prendete una ventina di foglie e tagliate con il coltello la parte rossa (foglia), separandola dalla parte bianca della costa. Tenete da parte il resto del radicchio.
Tagliate molto finemente le foglie rosse, mettetele in una ciotola con la ricotta, le uova, 20 gr di burro fuso, il parmigiano e un pizzico di sale. Impastate con cura gli ingredienti, fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Mettete in frigo il composto.
Portate ad ebollizione 500 ml di acqua con l'aceto di vino bianco, quindi tuffate le coste bianche del radicchio e fate bollire per 3-4 minuti. A parte, in una padella, fate sciogliere due cucchiaini di zucchero di canna con un filo d'olio e 2-3 cucchiai dell'acqua e aceto dove sta bollendo il radicchio.
Scolate il radicchio, versatelo nella padella e fate caramellare per qualche minuto, aggiungendo un pizzico di sale, in modo che restino croccanti.
Tagliate in modo grossolano tutto il radicchio tenuto da parte, e fatelo insaporire in padella con lo scalogno tritato e un filo d'olio. Fate cuocere per 5 minuti, finché, tutto il radicchio sarà ben appassito. Aggiungete una generosa spruzzata di aceto balsamico, salate e fate ridurre per un apio di minuti. Frullate il tutto con il frullatore ad immersione, fino ad ottenere una crema.
Togliete dal frigo il composto di ricotta, e portate ad ebollizione abbondante acqua salata. Con l'aiuto di due cucchiai, formate delle quenelle, versatele nell'acqua e fatele cuocere un paio di minuti.
Scolatele, quindi ripassatele in padella con il restante burro che avrete provveduto a fondere.
Spalmate su un piatto la crema di radicchio, adagiate gli gnocchi di ricotta, aggiungete qua e là dei pezzettini di radicchio croccante e terminate il piatto con dei gherigli di noce sminuzzati.
Consigli: se il composto di ricotta risulta troppo molle, potete aggiungere dell'altra farina, ma ricordate di prolungare il tempo di cottua in acqua.









 

6 commenti:

  1. Bellissima ricetta.. e in bocca al lupo!!!!!!!!!!!!!!!! baci e buon lunedì :-)

    RispondiElimina
  2. Molto buoni sicuramente!!!
    Secondo me, ce la fai alla grande per la gara!!!!
    Buonissima serata
    Annalisa

    RispondiElimina
  3. Gli gnocchi sono irresistibili, questa presentazione lascia a bocca aperta!!!!
    Complimenti

    RispondiElimina
  4. che ricetta originale, in bocca al lupo per il contest, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  5. Originalissimi se posso permettermi, il gusto non si discute, ma mi piace molto anche come li avete presentati, in bocca al lupo! Baciotti

    RispondiElimina

Grazie per aver visitato il nostro blog! Lasciate un commento, un suggerimento... saremo felici di conoscere le vostre impressioni!
Elisa e Laura