martedì 27 maggio 2014

TORTA RUSTICA VERDE



Con l'arrivo della primavera ci sono moltissime verdure che iniziano a spuntare nell'orto, impossibile non aver voglia di sperimentare delle nuove ricette.
Come tante altre volte, l'idea per questa ricetta nasce da un servizio della rivista Sale & Pepe. Si tratta di una torta salata un pò insolita. Non utilizziamo né pasta sfoglia né pasta brisé, ma una pasta matta resa più rustica dall'utilizzo della farina integrale. Le verdure del ripieno sono quelle tipiche della primavera, piselli, spinaci e cipollotti, arricchiti semplicemente da formaggio grattugiato.
Un piatto semplice, da gustare anche freddo, che potete arricchire con gli ingredienti che più vi piacciono! 

Torta rustica verde

per la pasta matta:
180 gr di farina 00
70 gr di farina integrale
100 ml di acqua
4 cucchiai di olio
1 pizzico di sale

per il ripieno:
3 cipollotti bianchi freschi medi
300 gr di piselli freschi
500 gr di spinaci fresche
80 gr di parmigiano grattugiato
sale q.b.
olio q.b.



Preparate la pasta matta: setacciate le farine e fate una fontana, al centro mettete il sale, l'olio e 50 ml di acqua. Iniziate ad impastare, quindi aggiungete pian piano gli altri 50 ml di acqua mescolando con cura per ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Lasciate riposare per 30 minuti coperto.
In due pentole separate lessate in acqua salata gli spinaci e i piselli per circa 10 minuti.
Scolate entrambe le verdure, avendo cura di strizzare bene gli spinaci.
Pulite i cipollotti e affettateli grossolanamente. Fateli soffriggere in una padella con un paio di cucchiai di olio, aggiungete gli spinaci e i piselli e fate insaporire per qualche minuto.
Togliete dal fuoco ed aggiungete anche il parmigiano, quindi amalgamate il tutto.
Stendete la pasta con il mattarello sulla spianatoia infarinata.
Ungete uno stampo di circa 20 cm di diametro e foderatelo con la sfoglia lasciandola sbordare. Versate all'interno il ripieno e livellatelo. Con l'impasto avanzato tirate nuovamente la sfoglia e ricoprite l'impasto. Sigillate bene i bordi e mettete in forno già caldo a 200° per 40 minuti.
Lasciate intiepidire prima di servire.

Consigli: potete arricchire il ripieno con altre verdure come asparagi verdi o fave oppure con l'aggiunta di ricotta fresca.
  


Con questa ricetta partecipiamo al contest "Nel cestino del pic nic"
del blog Cucina di Esme





del blog "Colors and food".
 
 



martedì 20 maggio 2014

GNOCCHI COLORATI


Non era mai successo che mancassimo dal blog per così tanto tempo, ben due settimane di assenza!!
In questo periodo gli impegni si accumulano uno sull'altro e nemmeno nel fine settimana siamo riuscite a dedicare un pò di tempo alla nostra passione culinaria!
Ovviamente non stiamo digiunando, ma manca il tempo di impiattare, fotografare e scrivere per bene ricetta e post...... insomma è proprio un periodaccio!!
E' da un pò di tempo che volevamo publicare questa ricetta, dei semplici gnocchi di patate colorati. Il trucco (c'è e si vede benissimo!!) sta nell'utilizzare alcuni ingredienti dei condimenti più classici direttamente all'interno dell'impasto degli gnocchi. In questo caso abbiamo utilizzato spinaci zafferano e pomodoro, ma ovviamente vi potete sbizzarrire con tantissime altre versioni!!

Gnocchi colorati

 
Per gli gnocchi:
1 kg di patate
400 gr di farina 00
100 gr di semola di grano duro
2 uova
50 gr di spinaci lessati
1 bustina di zafferano
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
sale q.b.
Per condire:
50 gr di burro
qualche foglia di salvia

Lessate le patate in abbondante acqua salata. Scolatele, pelatele e schiacciatele con uno schiacciapatate. Formate una fontana con le patate, cospargete con un po' di farina e aprite al centro le uova. Iniziate ad impastare aggiungendo farina mano a mano che è necessario. 
Dividete quindi l'impasto in quattro parti; lasciate una parte intatta, quindi impastatene una parte con lo zafferano per gli gnocchi gialli, una parte con gli spinaci per gli gnocchi verdi e una parte con il concentrato di pomodoro per gli gnocchi rossi. A questo punti create i classici serpentini con i vari composti preparati e tagliate i vostri gnocchi.
Lessateli in acqua salata per qualche minuto da quando salgono a galla. Sciogliete il burro con le foglie di salvia in una terrina a bagnomaria e versateci gli gnocchi appena scolati.
Servite ben caldi.
Consigli: meglio utilizzare patate a pasta bianca, più farinose.


lunedì 5 maggio 2014

SPIEDINI DI TACCHINO IN SALSA AGRODOLCE


 Come per altre nostre ricette, anche in questo caso abbiamo tratto ispirazione da un vecchio numero di Sale & Pepe. La fesa di tacchino e il petto di pollo sono due ingredienti che si utilizzano davvero molto spesso e non è facile trovare sempre delle idee nuove per renderli saporiti e gustosi.
In questo caso la ricetta è davvero semplice, la marinatura di concentrato di pomodoro assomiglia nel colore e nel sapore al classico ketchup (più sano però) e il risultato è uno spedino che si può preparare in anticipo e molto veloce da cucinare. Credete, assolutamente da provare!!!


Spiedini di tacchino in salsa agrodolce

500 gr di petto di tacchino
4 cucchiai di doppio concentrato di pomodoro
1 cucchiaino di zucchero di canna
1 limone
1 cipolla rossa
olio extravergine di oliva q.b
sale q.b



Tagliate la carne a striscioline sottili, riunitele in una ciotola con il concentrato di pomodoro, due cucchiai di olio, lo zucchero, la cipolla affettata, un pizzico di sale e il succo del limone.
Mescolate e lasciate marinare al fresco per 1 ora.
Scolate le striscioline di tacchino ed infilatele sugli stecchini di legno in modo da creare dei nastri ondulati. Scaldate un cucchiaio di olio in una padella antiaderente, unite gli spiedini a cuocete per 5-6 minuti rigirandoli du tutti i lati. Regolate di sale e versate nella padella il sughetto della marinatura avanzato. Servite con insalatina fresca.
Consigli: potete accompagnare gli spiedini con della maionese e delle patatine speziate.