martedì 25 febbraio 2014

FIORI DI SFOGLIA CON CREMA E ALBICOCCHE AL BARBARESCO

 
Sembra proprio che la primavera stia arrivando, anche oggi è stata una splendida giornata di sole, anche questo aiuta a rendere meno pesante il lavoro e con tutte le sue scocciature quotidiane!!
La ricetta di queste sfogliatine è davvero semplice, si tratta di monoporzioni carine da servire come dessert a fine pasto, ma perfette anche per merenda, durante la pausa caffé.
Il ripieno di crema pasticcera è reso più goloso dalle buonissime Albicocche al Barbaresco dell'azienda Inaudi, di cui vi abbiamo già parlato altre volte.
Davvero sfiziose, vi consigliamo di prepararle in abbondanza, andranno a ruba!!!


Fiori di sfoglia con crema e albicocche al Barbaresco

1 rotolo di pasta sfoglia (230 gr)
Albicocche al Barbaresco Inaudi
2 tuorli
3 cucchiai di zucchero semolato
1 cucchiaio di farina 00
1 cucchiaio di amido di mais
100 ml di panna liquida
150 ml di latte fresco + quello per spennellare
succo arancia q.b.
sale q.b.
zucchero a velo q.b.



Preparate la crema: sbattete i tuorli con 2 cucchiai e mezzo di zucchero semolato, finché il composto sarà chiaro e spumoso, aggiungete un pizzico di sale, l'amido e la farina, quindi mescolate bene per ottenere una crema liscia senza grumi. Aggiungete la panna e il latte e mescolate per scogliere la crema preparata. Portate ad ebollizione a fuoco medio sempre mescolando, quindi togliete dal fuoco, aggiungete qualche goccia di succo di arancia e lasciate intiepidire.
Con un coppapasta a fiore ritagliate la pasta sfoglia avendo cura di tagliare un numero pari di fiori. Bucherellate con una forchetta metà dei fiori di sfoglia, adagiate su ognuno un cucchiaino di crema, un'albicocca al barbaresco, spennelate i bordi con il latte e richiudete con gli altri fiori di sfoglia.
Adagiate i fiori su una teglia coperta da carta da forno, fate un paio di fori con uno stuzzicadenti sulla superficie dei fiori in modo che possa uscire il vapore in cottura. Spennelateli con il latte e cospargete la superficie con lo zucchero semolato rimasto.
Cuocete a forno caldo a 220° per 10-15 minuti.
Fateli intiepidire e cospargete con abbondante zucchero a velo.
Consigli: al posto della crema, per velocizzare i tempi di realizzazione, potete utilizzare un cucchiaio di confettura di albicocche o di composta di mele.

 

martedì 18 febbraio 2014

TORTA DI VERZA E RISO



La scorsa settimana abbiamo ricevuto in regalo due verze freschissime raccolte direttamente dall'orto; cominciando a sfogliarle con l'idea di preparare i classici involtini, ci siamo accorte che le foglie erano così verdi e belle che sarebbero state davvero perfette per creare l'involucro di una torta.
Abbiamo trovato spesso, nei ripieni per gli involtini di verza, l'utilizzo del riso, abbiamo così pensato di aumentare le quantità e le proporzioni sperimentando una specie di torta di riso in crosta, anche se in questo caso l'involucro non é di pasta, ma di foglie di verza.
Il riso è condito con un semplice ragù bianco, arricchito con fette di scamorza e parmigiano.
Il risultato è un piatto unico, da preparare anche in ancipo, con una presentazione di sicuro effetto!
 
Torta di verza e riso

12-15 foglie di verza
1 carota
2 coste di sedano
1 cipolla piccola
300 gr di macinato di manzo
400 gr di riso
1/2 bicchiere di vino bianco secco
150 gr di scamorza
75 gr di burro
50 gr di parmigiano gratuggiato
olio extravergine d'oliva q.b.
sale q.b.
pepe q.b

Sbollentate le foglie di verza in acqua bollente salata per 2-3 minuti. Sgocciolatele, stendetele in un canovaccio ed eliminate le coste centrali (conservate l'acqua bollente per la cottura del riso).
Tagliate il sedano, la carota e la cipolla e cubetti molto piccoli e fateli stufare in una padella con 50 gr di burro e un pochino di olio a fuoco medio. Quindi aggiungete la carne macinata e fatela rosolare; quando sarà completamente soffritta salate  e pepate. Sfumate con il vino bianco e lasciate cuocere per circa 20 minuti, comunque finché il vino non sarà completamente evaporato.
Nel frattempo lessate il riso nell'acqua dove avete precedentemente scottato le foglie di verza; scolatelo al dente e versatelo nel ragù bianco che avete preparato. Mescolate con cura e mantecate con il burro rimasto e il grana.
Foderate una tortiera  (noi di diametro 26) con carta da forno bagnata e strizzata e rivestite il tutto con metà delle foglie sovrapponendole leggermente e lasciandole debordare. Riempite con metà del composto di riso, distribuitevi uno strato di scamorza tagliata a fette e completate con il riso rimanente. Fate uno strato con qualche foglia di verza richiudendo poi con quelle debordate. Coprite con carta da forno e cuocete in forno già caldo a 220° per 25 minuti.
Sfornate, capovolgete la torta in un piatto da portata e servite!
Consigli: potete preparare questa torta anche un classico risotto al ragù avanzato oppure con il risotto alla salsiccia, che si abbina bene al gusto della verza.
 
 

giovedì 13 febbraio 2014

CUORE DI CIOCCOLATO E LAMPONI


Ed eccoci, anche quest'anno siamo arrivate a San Valentino, la festa degli innamorati, e perché no, di chi in generale si vuole bene.
E quale occasione poteva essere migliore per preparare un dolcetto al cioccolato? Senza ovviamente dimentare un tocco di rosso, simbolo per eccellenza di amore e passione!!!
Un cuore cioccolatoso, molto morbido e non eccessivamente dolce, in cui il sapore dei lamponi si esalta moltissimo! 

Buon San Valentino !!!


Cuore di cioccolato e lamponi
120 gr di burro
100 ml di caffè 
80 ml di acqua
80 gr di zucchero semolato
120 gr di cioccolato fondente
90 gr di farina
15 gr di cacao amaro
1 uovo
un pizzico di sale
6 gr di lievito per dolci
150 gr di lamponi freschi


Sciogliete il burro, in un pentolino, a fuoco moderato con il caffè, lo zucchero e l'acqua. Quando il burro sarà completamente sciolto togliete il pentolino dal fuoco e aggiungetevi il cioccolato fondente spezzettato, fate sciogliere il tutto e versatelo in una terrina.
Setacciate la farina con il cacao amaro, un pizzico di sale e aggiungetela gradualmente al composto di cioccolato; se necessario usate una frusta per rendere liscio il composto. Quindi aggiungete l'uovo sempre continuando a mescolare.
Infine aggiungete il lievito per dolci.
Versate in uno stampo a forma di cuore di silicone metà del composto preparato, aggiungete 2/3 dei lamponi e posizionateli sopra l'impasto; completate con il resto del composto coprendo completamente tutti i lamponi. 
Infornate, con forno già caldo a 180° per 50 minuti.
Lasciate raffreddare la torta prima di sformarla, quindi decoratela con del cacao amaro e i lamponi rimasti.





Consigli: al posto dei lamponi potete utilizzare altri tipi di frutti come ciliegie, fragole.. l'importante è il tocco di rosso!!


 
Con questa ricetta partecipiamo al contest "I dolci del cuore"
del blog "Dolci a go go" in collaborazione con Wald.
 

lunedì 10 febbraio 2014

POLLO CON I PEPERONI


E' tanto che avevamo in mente di proporre questa ricetta, un classico che si trova in molte riviste e libri dedicati alla cucina italiana, il famoso abbinamento pollo e peperoni.
Si tratta in realtà di un piatto che abbiamo preparato più volte, anche con procedimenti diversi, ma che non avevamo mai fotografato, pensando che fosse un pò troppo semplice per essere proposto nel blog. Poi alcuni amici ci hanno prontamente smentito qualche settimana fa, facendoci capire che è proprio questo tipo di ricetta che è più facile rifare in casa anche da chi ha solo voglia di preparare qualcosa di nuovo, ma non è patito/appassionato di cucina come noi.
E' così eccoci, con una versione del pollo con i peperoni che fino ad un certo punto separa la cottura dei due ingredienti in modo da poter mantenere intatte le relative consistenze, per poi amalgare il tutto a fine cottura. Ovviamente siamo curiose di conoscere le vostre varianti!!!


Pollo con i peperoni

1 pollo di circa 1 kg
3 peperoni rossi
1 cipolla bianca
1/2 bicchiere di vino bianco
4-5 pomodori pelati
1 spicchio d'aglio
sale q.b.
pepe q.b
olio q.b.
 
 
 
In una padella capiente, fate rosolare l'aglio con 5-6 cucchiai di olio, quindi tagliate a pezzi non tanto grandi il pollo, senza privarlo della pelle e aggiungetelo nella padella. Fate rosolare il pollo su tutti i lati a fiamma viva finché "si colora". Salate, pepate e aggiungete il vino, coprite con il coperchio e lasciate cuocere per circa 40 minuti a fiamma bassa; a questo punto aggiungete i pelati fatti a pezzetti e 1 mestolo di acqua calda, lasciate cuocere ancora per 15 minuti. Mescolate di tanto in tanto affinché non si attacchi.
Nel frattempo, lavate e pulite i peperoni, tagliateli a larghe falde verticali e fateli appassire in un tegame a parte con la cipolla tagliata in modo grossolano e un filo d'olio per circa 10 minuti.
Scoprite il pollo, aggiungete i peperoni, mescolate bene in modo che il sughetto del pollo si amalgami con i peperoni, regolate di sale e fate cuocere per altri 10 minuti.
Servite ben caldo!
Consigli: per ottenere un piatto dal sapore un pò piccante, potete aggiungere al momento della rosolatura del pollo un peperoncino e una spruzzata di paprika.
 
 

lunedì 3 febbraio 2014

CRESPELLE DI FARINA DI CASTAGNE ALLA ZUCCA



Le tanto desiderate giornate di sole sono già un ricordo, e la pioggia la fa di nuovo da padrona... sembra che questo tempaccio non voglia proprio abbandonarci e purtroppo ha causato parecchi danni a persone e cose in molte delle nostre regioni. Speriamo veramente che la situazione possa migliorare velocemente e che il sole ci riscaldi nuovamente nei prossimi giorni.
 
Questa ricetta nasce un pò per caso, da un pacchetto di farina di castagne rimasto aperto nella credenza e dalla voglia di sperimentare qualcosa di nuovo. Avevamo già avuto modo di provare il connubio tra castagne e zucca e il sapore ci era piaciuto molto.
Abbiamo così preparato delle crespelle sottili e leggere, ed una farcia di zucca e mascarpone, davvero molto cremosa, facendole gratinare con una salsa al formaggio, senza appesantire il piatto con la besciamella. Il risultato è un primo saporito, con un bel contrasto di colori, e perchè no anche chic, adatto ad un pranzo della domenica!
 
Crespelle di farina di castagne alla zucca


1 uovo
1 tuorlo
100 gr di farina di castagne
300 ml di latte
300 gr di polpa di zucca
1 scalogno
60 gr di mascarpone
30 gr di parmigiano gratuggiato
olio q.b.
panna liquida q.b.
burro q.b.
sale q.b.




Preparate innazitutto l'impasto per le crespelle: sbattete in una ciotola l'uovo e il tuorlo con un pizzico di sale, aggiungete la farina, creando un composto piuttosto grumoso. Versate il latte pian piano, sempre mescolando, quindi frullate con le fruste elettriche per eliminare possibili grumi. Lasciate riposare l'impasto coperto per un'ora.
Tagliate la zucca a dadini e fatela rosolare in padella con un filo d'olio e lo scalogno tritato finemente.
Salate, quindi fate cuocere per una decina di minuti coperto aggiugendo un mestolo di acqua calda.
Lasciate intiepidire, quindi schiacciate la zucca con una forchetta fino a ridurla ad una crema (non importa se rimane anche qualche pezzetto), aggiungete il mascarpone e mescolate per amalgamare il tutto.
Cuocete le crespelle, una alla volta, su un padellino antiaderente, girandole a metà cottura.
Farcite le crespelle con un paio di cucchiai del ripieno alla zucca e chiudetele a metà e poi in quattro, quindi adagiatele su una pirofila da forno unta di burro.
In una ciotolina, versate 3-4 cucchiai di panna liquida sul parmigiano e mescolate fino ad ottenere una crema piuttosto densa.
Versate la crema di parmigiano sopra alle crespelle, quindi infornate a 200° per 10 minuti in modalità grill. Servite ben calde!!
Consigli: per una versione più leggera potete sostituire il mascarpone con del formaggio spalmabile tipo Philadelphia e la crema di parmigiano con dei fiocchi di ricotta.